07 gennaio 2014

The perfect vintage teatime! - History - Part 1

Ben ritornate, 
qualche tempo fa una cara amica, Caterina, mi ha portato da Londra un libro pubblicato dalla casa editrice per cui lavora..
un piccolo libricino, ma perfetto per un'amante dell'Inghilterra e del teatime come me:
" Vintage Tea Party"
all'interno, fra ricette e foto stupende, 
mi è piaciuto leggere di come è nata la tradizione tutta inglese per il tè delle 5 e quale il modo migliore per preparare un perfetto teatime.
 
 credits
Si narra che la tradizione del teatime iniziò un dato pomeriggio del 1840, quando Anna, Duchessa di Bedford, chiese che le fosse portato nei suoi appartamenti del té, del pane e burro con una fetta di dolce. All'epoca, la colazione era servita molto presto il mattino e la cena molto tardi...il pranzo si consumava velocemente ed era spesso allestito a buffet, senza servitù..era dunque,  più che normale che verso le 16, si fosse già un po' affamati.
Soddisfatta di quei suoi gustosi spuntini, la Duchessa decise di volerli condividere con le care dame di compagnia e più tardi con le amiche alle quali faceva pervenire veri e propri inviti con sui scritto tipo " Té e una passeggiata nelle campagne".
 
  credits
Anche di ritorno a Londra per l'inverno, Anna continuò a invitare le sue amiche per il té delle 5 e poiché era a sua volta dama di compagnia della Regina Vittoria, 
lo propose a palazzo, riscuotendo un enorme successo.
Il té delle 5 veniva servito in salotto, su tavolini bassi posti difronte al sofà e seguito poi da una passeggiata in Hyde Park.
 
credits
 
Per l'occasione le dame portavano delle "tea-gowns" di seta o chiffon con merletti, leggere come i dolci che avrebbero assaggiato.
In quel periodo le maggiori aziende produttrici di porcellane come Wedgewood o Milton, iniziarono ad includere nelle loro produzioni anche piatti da dolce, alzatine per dolcetti, piatti da pane e burriere, splendide teiere, lattiere e così via.
 
 credits
La porcellana era di gran lunga preferita alla ceramica, 
manteneva il té caldo più a lungo e si poteva finemente decorare.
Da Sheffield partì una nuova produzione di posate
create apposta per questo piacevole momento della giornata.
Col tempo fioccarono nuove ed elaborate ricette di pane farcito, sandwiches e dolci, ma in mezzo a tutto questo l'etichetta imponeva che il chiacchiericcio fosse mantenuto femminile e leggero.
 
credits
Domani vi racconto come si prepara un vero "Vintage Tea Party"
non mancate!!
ciaooo
English Version:
Welcome back, some time ago a friend of mine, Caterina, brought me a little book from London, published by the publisher she works for.. an inspiring booklet perfect for a lover of England and teatime which I am: " Vintage Tea Party". 
Inside, amongst recipes and beautiful pictures, I loved reading about the origins of the English tradition for teatime and how to prepare a perfect vintage tea party
It is said that teatime tradition started on a late afternoon in 1840, when Anna, Duchess of Bedford, asked for a tea, some bread with butter and a slice of cake to be brought into her private rooms. 
At that time breakfast used to be served very early in the morning and dinner quite late in the evening, while little attention was paid to lunch, which was mainly frugal and often eaten buffet style with no servants' help, so it was normal that by 4pm people started being hungry. 
So Anna, fortified by these delicious repasts, decided she wanted to share them with her lady-in-waiting and later with her lady friends sending real invitations for "a Tea and a walk in the countryside". Once back to London for the Season, Anna continued inviting her lady friends for the afternoon ritual and since she was lady-in-waiting to Queen Victoria, afternoon tea began very fashionable. The tea was served between 4 and 5 o'clock in the drawing room, on low tables before the sofa and it was often followed by a walk in Hyde Park. For the occasion, ladies wore silk and chiffon "tea-gowns" which usually were as light as the cakes they would have tasted. The great china factories like Wedgewood or Milton, expanded their tea services including cake plates, cake stands, bread and butter plates, teapots and cream jugs. From Sheffield a whole new array of cutley was produced. As time passed by new recipes for delicious cakes and sandwiches were invented but amongst all this excess, the etiquette imposed that conversation was kept lady-like and light.
Hope you enjoyed this, and tomorrow I'll post part 2 - how to make a perfect vintage tea party!
see you tomorrow then, ciao

23 commenti:

  1. Ben ritrovata e buon anno cara Lisa. Bello scoprire come sono nati momenti della giornata che ormai fanno parte della routine. Brava la duchessa, ha interpretato e concretizzato un momento solo per noi donne. Adoro i pomeriggi in cui posso prendere il tè con le amiche e riempire il tempo di chiacchierare e risate; peccato non sia così frequente. Buona giornata, aspetto il seguito.
    Un abbraccio.
    Marianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marianna,
      credo sia stata davvero un'invenzione straordinaria questa del Teatime!
      Allora a presto, con un tea party?
      un bacio ciao
      LIsa

      Elimina
  2. Mamma mia, come mi sarebbe piaciuto vivere in quel periodo!!! Mi chiedo se anche oggi sia così radicata in Inghilterra questa usanza o se è solo un luogo comune tipo Italia=spaghetti pizza e mandolino...

    Maira
    http://inunastanzaquasirosa.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maira, lo è certo che si, magari non sempre vintage... ma resta uno fra i momenti di relax preferiti dai bravi inglesi!
      Un bacione
      Lisa

      Elimina
  3. Che bel racconto Lisettabella! Non vedo l'ora di leggere il prossimo post!
    Un abbraccio grande tesoro mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cuicciola!
      ti verrà una voglia pazza di organizzarne uno e ... di invitarmi!
      un bacione
      Lisa

      Elimina
  4. Ciao Lisa che bel post e che belle immagini, come sempre.
    Aspettiamo il vintage tea party allora !


    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah! grazie ragazze, spero il seguito vi piaccia... siete un grande sostegno per me!
      Un abbraccio forte
      Lisa

      Elimina
  5. Ho sempre detto di essere nata nel periodo sbagliato!!!.... Beati vecchi tempi!!! *_*
    Allora a domani cara Lisa!!!
    Baci,
    Vale ;)

    RispondiElimina
  6. Bello il tuo racconto e le immagini sono stupende!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella lUllo, grazie di cuore!
      a domani allora,
      un bacione
      Lisa

      Elimina
  7. *____________________* che darei per vivere anche un solo giorno in quegli anni!! che meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh non è propprio giusto, lo dico sempre anche io!
      ahahaha
      grazie Emanuela,
      un abbraccio e ti aspetto...
      Lisa

      Elimina
  8. Che bello! Voglio tutte queste porcellane! E anche un vestito di seta e merletti per prendere il tè! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche iooooooo, siiii, come ti capisco!!!!!
      Ma ti pare, dovremmo poter decidere in quale epoca nascere no? Ecchediamine!
      ahahahah
      Bacione
      Lisa

      Elimina
  9. Bellissimi immagini Lisa! Lo sai, ho una passione per le belle foto. Interessante il tuo articolo e spero che ci delizierai in futuro con una vera e propria rubrica, magari scoprire anche l'origine del tea time orientale, che trovo affascinante.
    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Virgi, non sai che piacere mi ha fatto leggerti e leggere questo tuo suggerimento che sicuramente voglio tener presente, mi piace, mi piace tanto!
      ti abbraccio forte
      Lisa

      Elimina
  10. Lisa... credo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda... presto sorpresa alla Buca dal sapore di...
    baciiiiiiiii
    Lieta

    RispondiElimina
  11. Bello Questo post Lisetta!!! Non conoscevo l'origine di questo rito ed è davvero divertente^^ mi sarebbe tanto piaciuto parteciparvi... Certo, le signore di allora potevano tranquillamente scofanarsi tutti quei dolcetti con gli abiti che indossavano... Tanto poi gonnellona e bustino avrebbero mimetizzato rotoli e rotoloni regina... Hu hu ho appena scoperto perché si chiamano rotoloni regina XD un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Mi ha appassionato questo post, che civiltà l'ora del tè!!! Anch'io adoro tazze e piattini per ricevere le amiche o scaldarmi in inverno. Veramente un bel post!!!!

    RispondiElimina

I love reading your comments.. thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

You may also like...